Photoshop Pills #1 - Tre modi per creare l'effetto vignettatura

Ciao a tutti, cari amici!
In questo primo numero della nuova rubrica PHOTOSHOP PILLS ho deciso di illustrarvi alcuni semplici metodi per ottenere l'effetto vignettatura applicato su immagini, fotografie o grafiche digitali.

In fotografia, l'effetto vignettatura rappresenta, solitamente, un effetto indesiderato di alcune ottiche, associato ad un calo della luminosità dai bordi dell'immagine rispetto al centro (più accentuato sui quattro angoli). In altri casi, invece, è un effetto creativo volutamente applicato per focalizzare l'attenzione dell'osservatore verso il centro della scena, su un soggetto, o per dare profondità alla foto.
Qui di seguito alcuni esempi di utilizzo dell'effetto vignettatura (fonte Google). 



Esempi di vignettatura




1.   FILTRO CORREZIONE LENTE

E' il metodo più semplice e diretto, ma forse anche il meno versatile perchè costringe la vignettatura entro valori prestabiliti e partendo sempre dal centro dell'immagine.
  • Andate su Filtro > Correzione lente;
  • Nel pannello che vi si aprirà, sul menu di destra, scorrete sull'opzione Personale;
  • Sui parametri relativi a Vignettatura, abbassate entrambi i valori di Fattore e Punto intermedio per bruciare i bordi della foto. Nel mio caso, ho lavorato con -87+29, un giusto compromesso, a mio parere, per catturare l'attenzione sul viso degli sposi, senza eccedere troppo nello scurimento, per non perdere il bianco sul velo della sposa.
FATTORE: regola la quantità di bruciatura/schiarimento dei bordi: minore è il valore, più essi saranno scuri. 
PUNTO INTERMEDIO: determina la posizione del punto centrale della vignettatura: minore è il valore, più la bruciatura sarà estesa verso il centro dell'immagine (e quindi minore sarà l'area della foto su cui andrete a focalizzare l'attenzione).

Filtro correzione lente (immagine: fonte Google)


2.  VIGNETTATURA CON SELEZIONE

Si tratta di una tecnica un pò meno diretta della precedente, ma sicuramente più creativa e personalizzabile, in grado di garantire risultati più efficaci e meno "confezionati". Potrete, infatti, gestire manualmente la forma e il centro della vignettatura, il grado di sfumatura e l'effetto che essa avrà sulla foto.

  • Con lo strumento Selezione ellittica (rettangolare, se volete generare una bruciatura uniforme su tutti e 4 i bordi, o anche lo Strumento Lazo se desiderate una forma libera ed irregolare), create una selezione partendo dal punto focale della foto (nel mio caso il viso degli sposi). Per impostare il centro come punto di partenza della selezione, mentre trascinate con il mouse, tenete premuto Alt;
  • Prima di creare la selezione, impostate nella barra delle opzioni, Sfuma: 100 px circa;
  • Generata la selezione, invertitela andando su Selezione > Inversa (o Ctrl+Shift+I);
  • Create un nuovo livello vuoto, quindi andate su Modifica > Riempi impostando il colore nero (o, volendo personalizzare, un altro colore a vostra scelta). Date OK;
  • Sperimentate nuovi metodi di fusione per enfatizzare l'effetto (ad esempio  Moltiplica per rafforzare il contrasto. Lavorate anche sull'opacità del livello;
  • A lavoro terminato, potete deselezionare andando su Selezione > Deseleziona.










Vignettatura con selezione (immagine: fonte Google)






















3.   VIGNETTATURA CON CAMERA RAW

E' un metodo altrettanto rapido, ma di gran lunga più elaborato e preciso, merito delle numerosi opzioni che il plug-in mette in più a disposizione rispetto al filtro Correzione lente. 

  • Aprite la vostra immagine con Camera Raw (è un plug-in di Photoshop) o, se avete Photoshop CC, dopo aver aperto l'immagine, andate su Filtro > Filtro Camera Raw. Non è necessario aver a disposizione un formato fotografico RAW: le nuove modalità sono applicabili anche sulle normali immagini;
  • Nel pannello che vi si aprirà, sul menù a destra, portatevi sulla sezione Effetti (icona Fx);
  • Sui parametri relativi a Vignettatura a seguito di ritaglio, settate i diversi parametri per ottenere l'effetto desiderato (nel mio caso, i valori sono quelli in Fig.);
STILE:   definisce il tipo di fusione della vignettatura rispetto ai colori dell'immagine. Con Priorità alla luce e Priorità al colore, la vignettatura andrà a sovrapporsi senza scurire rispettivamente le aree chiare e alcune tonalità; con Sovrapposizione colore, la bruciatura sarà applicata in modo uniforme e opaco (come con Metodo Normale in PS).
QUANTITA':   regola la luminosità della cornice. Riducendo il valore, otterrete una cornice scura (diminuzione luminosità), viceversa una bianca (aumento luminosità).
PUNTO MEDIO:   definisce la grandezza della vignettatura, ovvero da che posizione dell'immagine deve partire la transizione tra luminosità originale e quella alterata.
ROTONDITA':   regola la forma della cornice. Aumentando il valore otterrete un effetto arrotondato attorno al centro (ellisse), viceversa una cornice quadrata.
SFUMATURA:   controlla il grado di sfumatura del bordo della vignettatura partendo dal centro. Portando a 0 il valore di sfumatura, otterrete un contorno netto.
LUCI:  interviene sull'opacità della vignettatura. Valori più alti corrispondono ad una maggiore trasparenza della cornice rispetto alla foto. 

                                                   Vignettatura con Camera Raw (immagine: fonte Google)



















Un'alternativa altrettanto comoda e versatile, sempre all'interno di Camera Raw, per realizzare vignette è ricorrere al Filtro radiale e al Filtro graduato, disponibili nella barra dei menu in alto a sinistra. Queste funzioni non nascono specificatamente per la vignettatura, ma possono essere sfruttate efficacemente anche a questo scopo. Vediamo in che modo.



Per entrambi il funzionamento è simile e abbastanza semplice:


  • Scegliete lo strumento Filtro radiale o Filtro graduato (ultime 2 icone in alto a sinistra);
  • Tracciate una selezione, ovale o lineare, a seconda che usiate il primo o il secondo strumento. Per creare la selezione, basta trascinare fino a definire i margini della forma, che potrà ancora essere ancora, in seguito, ridimensionata (trascinando le maniglie) o spostata;
  • Regolate al meglio i numerosi parametri del pannello principale a destra. Potete gestire l'esposizione, l'intensità dei bianchi e dei neri, luci e ombre e tutti quegli accorgimenti tipici del ritocco fotografico di base. Nel mio caso, ad esempio, sono intervenuto anche sulla temperatura per dare maggiore calore e radiosità all'attimo catturato.








  • Filtro radiale e Filtro graduato di Camera Raw (immagine: fonte Google)


    Se avete apprezzato queste piccole e semplici "pillole" di Photoshop, vi esorto a lasciarmi un commento, domande da pormi o altre possibili richieste da soddisfare in un prossimo post, perchè no! Vi saluto.
    E ricordate, come sempre...

    Be Creative. Be Crazy.







    Tutorial 6 - Creare una cartolina natalizia

    BlogPal + Swap Novemebre
    CIAO A TUTTI!Lo so, sono in ritardissimo!!! Ma io non lascio mai in sospeso le cose che comincio, così fuori tempo ho deciso comunque di pubblicare il post :). Con questo nuovo tutorial ho deciso di prendere parte ad una simpatica iniziativa avviata da Alex di C'è Crisi, C'è Crisi! (e come darle torto!) partecipando al suo Blogpal di novembre.
    Per chi non lo sapesse (e io rientravo in quella cerchia :)), si tratta di una collaborazione con un altro/a blogger per avere uno scambio di idee, ispirazioni, post e conoscersi un pò, perchè no!
    Assieme alla mia partner di blog, Eli di Rock'n Roll stops the traffic (vi consiglio di dare un'occhiata al suo blog se cercate un'ispirazione di riciclo creativo, DIY o ricette...è bravissima!), ho pensato di realizzare un badge natalizio, dato l'approssimarsi della festa più magica dell'anno. Ovviamente descriverò passo dopo passo tutte le fasi creative, se volesse cimentarvi anche voi in qualcosa di simile. 
    Ma non perdiamoci in chiacchiere e PARTIAMO!
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    La mia idea di partenza è stata quella di realizzare qualcosa di simpatico e originale, non di troppo"istituzionale", che potesse adattarsi allo stile di Rock'n Roll stops the traffic  e che fosse alla portata di tutti. Questo è quello che ne è venuto fuori!=)


    LINEART

    Fig.1 - Immagine di riferimento
    1. Per prima cosa, creiamo un nuovo documento (Ctrl+N) bianco. Io ho impostato come dimensioni 1000x1000 px per eventualmente poterlo riutilizzare come cartolina di auguri o, perchè no, stamparlo! RISOLUZIONE: 300 dpi. 
    Poichè è un personaggio che ho sempre adorato infinitamente, ho pensato che il protagonista di questo badge di auguri sarebbe stato il famoso omino Pan di Zenzero o Gingerbread, tipico biscottino natalizio, ma rivisitato in versione un pò comic, un pò scrap art.
    Questa è l'immagine di riferimento (Fig.1) che ho utilizzato (fonte Google) per disegnare Gingy :)


    Fig.2 - Pennello per Lineart
    2. Una volta aperta l'immagine di riferimento in Photoshop, selezionatela (Ctrl+A), copiatela (Ctrl+C) e incollatela (Ctrl+V) sopra il livello di sfondo del documento creato. Riducete le sue dimensioni tramite lo strumento Trasformazione libera (Ctrl+T+Shift mentre trascinate per rimpicciolire). Ci servirà come guida per tracciare il contorno di Gingy!
    Per fare questo, non occorre che voi siate artisti o illustratori provetti...non lo sono neanch'io! Sprigionate la vostra fantasia, divertitevi e non preoccupatevi se le linee sono un pò tremolanti...daranno ancora meglio l'effetto di disegno a mano! Su un nuovo livello Lineart, con un pennello nero di 2-3 px di diametro, tipo acquerello (o matita se preferite, vedi Fig.2) iniziate a tracciare delle linee che seguano, anche non precisamente, la sagoma di Gingy.

             M  E T O D O    A  L  T  E  R  N  A  T  I  V  O     

    Se siete proprio negati in disegno (ma non credo!) o non possedete una tavoletta grafica come me, o semplicemente volete sbrigarvi prima :), c'è un metodo un pò più rapido e indolore, anche se meno personalizzato. Consiste nel fare una selezione di Gingy, utilizzando lo strumento Selezione rapida (quarta icona sulla palette degli strumenti): basta impostare la dimensione del pennello e spennellare all'interno del soggetto fin quando la linea di selezione lo racchiuderà interamente. Quindi, cliccando sul livello vuoto Lineart per selezionarlo e andando in Modifica > Traccia  con un valore di circa 2-3 px, otterrete un risultato simile (Fig.3).
     
    Fig.3 - Lineart


    3. Proseguite con lo stesso metodo sul livello Lineart tracciando, magari con
    uno  spessore di pennello minore, le restanti parti di Gingy (bocca, occhi, etc.). Se vedete delle imperfezioni, non scoraggiatevi: muniti dello strumento Gomma (icona a forma di Gomma sulla barra degli strumenti a sinistra) rifinite i tratti o rimuovete le sbavature...prendete questo tutorial anche come un esercizio di disegno :). Terminato il tutto, io ho ancora preferito apportare delle modifiche sulla posa di Gingy. Ho cancellato e sistemato la gamba destra, reclinandola per simulare un movimento in corsa...poi capirete perchè...ho, infine, piegato il braccino sinistro a mò di presa: il mio intento è quello di fargli impugnare un grosso sacco.
    Ma la scena che ho immaginato e che voglio creare non ve la svelo ancora ;P


    4. Su un livello separato che ho denominato Hat ho disegnato un berrettino di Babbo
    Natale, tirato all'indietro per simulare un movimento. L'ho poi posizionato cercando di farlo aderire il più possibile alla forma della testa. Su un altro nuovo livello denominato Bag ho disegnato un sacco pieno di doni, correggendo quindi la presa della mano sinistra.
    Ho apportato infine delle ultime modifiche sullo spessore del tratto (che volevo fosse più convinto) e sull'espressione del biscottino. Selezionando tutti i livelli, ho infine spostato (Strumento Sposta, prima icona a sx) Gingy a destra.                                               


    Vi metto a disposizione altri cappellini di Babbo Natale scaricabili QUI e altre fonti ancora linkate in un mio precedente post (LINK).       

         C O N S I G L I 

    • Sia che disegniate ricalcando che a mano libera, è sempre cosa buona avere a portata di mano delle immagini di riferimento. Sopra ne ho raccolte alcune usate per creare i livelli Hat e Bag (fonte Google). 
    • Se disegnate a mano libera e con una tavoletta grafica, ecco alcuni consigli da tenere in mente: senza essere troppo perfezionisti, inizialmente disegnate delle linee, anche a scarabocchio, sulle quali andrete poi a perfezionare e intensificare il tratto. Cercate di essere veloci nel tracciare linee e curve; questo renderà una maggiore idea di fluidità e i tratti risulteranno meno tremolanti.
    • Se non possedete una tavoletta grafica, niente paura: potete sempre utilizzare delle immagini di riferimento e applicare il METODO ALTERNATIVO sopra descritto.


















    5. Proseguite sulla stessa scia, creando, su un nuovo livello denominato Lineart, in un nuovo gruppo che ho chiamato Deer (per fare ordine nella palette dei livelli) il lineart di una renna che corre. 
    La scena che ho immaginato è, infatti, quella di Babbo Natale che insegue Biscottino che saltella allegramente, convinto che il sacco di regali sia tutto suo. Una scenetta simpatica e che mi è sembrata divertente.
    Cercate di seguire sempre dei riferimenti grafici, anche fotografie, e provate a simulare una prospettiva con punto di fuga verso sinistra (se fate difficoltà, potete sempre aiutarvi con il comando Trasformazione libera > Prospettiva). Disegnate dei tratti più fini per la renna, per rendere ancora meglio il senso di distanza nella scena. 
    Ripetete l'operazione per disegnare Babbo Natale, su un nuovo livello chiamato Santa Claus, seguendo sempre gli stessi consigli (lineart più fine) simulando una galoppata "folle" :). Non preoccupatevi se le linee (come per il cappello di Gingy) si sovrappongono su ciò che sta sotto: sarà poi il colore a coprire il tutto! Ecco il risultato finale con immagini di riferimento.


     6. L'ultima fase del LINEART consiste nel realizzare il terreno, in un nuovo livello vuoto che ho denominato Ground e che va posizionato sotto tutti i livelli di lineart creati e sopra lo sfondo bianco. Per dare maggiore senso di profondità, ho pensato di farlo quasi esageratamente tondeggiante (effetto che si vede spesso nei cartoni animati :)). Con un pennello più piccolo, ho rifinito alcuni dettagli, pur lasciandolo molto scarno ed essenziale.


    COLORING

    Cominciamo ora con la parte relativa alla colorazione dell'illustrazione. Vi consiglio, come ho fatto io, di crearvi dei gruppi per ciascuno elemento a cui è associato un lineart (uno per Gingy, uno per la renna, uno per Santa Claus, uno per il terreno; per creare un gruppo: Ctrl+ G). 

    1. Sotto il livello di lineart Gingy, creiamo un nuovo livello Color e con un pennello duro, colore #d0d0cb, dipingete fino a coprire tutto il corpicino di Gingy. Se sbavate fuori dai contorni, potete aiutarvi semplicemente con lo strumento Gomma.
    2. Proseguiamo su un altro livello Shadow, posizionato sopra il livello Color, con applicata una maschera di ritaglio (Tasto destro > Crea maschera di ritaglio). Questo farà in modo che tutto ciò che dipingiamo sul livello Shadow aderisca esclusivamente al livello sottostante (ovvero quello di colorazione base di Gingy). Con un pennello morbido grigio #3b3b3a, iniziate a dipingere nelle zone di ombra per creare un effetto chiaroscuro (io ho supposto una sorgente di luce proveniente da fondo della strada, tipo bagliore lunare).

    C O N S I G L I 


  • Per dare una maggiore tridimensionalità all'immagine, potete creare uno sfumato, come ho
    fatto io. Un modo semplice per arrivare a questo risultato è utilizzando lo
    strumento Sfumino (icona con dito indice): con un pennello morbido e flusso tra 20% e 50%, iniziate a trascinare delicatamente dal grigio più scuro (ombre) verso quello più chiaro (luci).
  • Per spostare più porzioni di colore (quindi per avere maggiore sfumato), utilizzate un pennello più grande, per lavorare sui dettagli (ad esempio per aggiungere ombreggiature sui rilievi come bottoni), invece, diminuite il diametro e anche un pò il flusso.

  • 4. Ripetete tutte le operazioni sopra descritte per il coloring del sacco (livello Bag). Notate che sui doni contenuti nel sacco, ho preferito non esagerare con le ombreggiature, ma dare quasi solo il colore di base, con poche linee di luce. Ma sono scelte personali.

    5. Per concludere, passate al livello Hat per colorare il berretto di Gingy. Stesso procedimento, ma con del colore questa volta: su un livello vuoto Color sotto il lineart, stendete il colore di base (ho usato un rosso #c91916), su un altro livello Shadow, applicato sopra con maschera di ritaglio, lavorate creando il volume (per le luci, ho usato un celestino #c9e5ec che simulasse il riflesso della luce lunare) e sfumando come prima. Ecco Gingy al completo!










     
    6. Lavorate allo stesso modo sia con la renna (livello Deer) che con Babbo Natale (livello Santa Claus). Anche in questo caso vi converrà intervenire su livelli separati, prima dando la base di colore (ho usato in questo caso grigi un pò più chiari, per sottolineare la distanza in prospettiva), poi passando ai dettagli e alle ombre per dare tridimensionalità. Per ricreare il pelo della renna, utilizzate uno sfumino abbastanza piccolo e con una percentuale di flusso più alta, quindi trascinate pian piano sempre nello stesso verso spostando pixel bianchi verso la parte grigia del corpo. Anche qui, ho lavorato sul berretto separatamente, proprio come per Gingy, essendo quest'ultimo "a colori".


    7. Sul livello Santa Claus, posizionato sotto quello della renna Deer per evitare che le sbavature di colore di Babbo Natale si sovrapponessero a quelle della renna nei punti di congiunzione del lineart, ho creato un nuovo livello per la colorazione del viso e degli stivali, con un livello Shadow con maschera di ritaglio, su cui ho aggiunto sfumature di colore e riflessi di luce per i dettagli. A parte, su un livello chiamato Dress, ho colorato abito e berrettino di rosso, con le stesse modalità del berretto di Gingy e della renna. Per simulare il bagliore lunare, anche qui, ho applicato sopra il rosso sfumature di celestino sul lato sinistro, da dove ho immaginato provenisse la luce. Ecco il risultato complessivo dopo la fase di coloring e qualche livello di regolazione curve per schiarire Babbo Natale e la renna!















    BACKGROUND

    Per quanto riguarda lo sfondo, ho pensato a qualcosa di non troppo complesso, ad un paesaggio soltanto accennato e quasi evanescente, astratto, che non distraesse troppo dai due personaggi e dalla scena in generale. Tanta neve a farne da contorno!

    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


    1. Sul livello Ground, create un nuovo livello (che ho rinominato Sky). Utilizzando un pennello a spugna tra i preset di Photoshop, oppure un pennello a setole rozze, opacità e flusso intorno al 70-80%, iniziate a tracciare delle pennellate grossolane di un grigio un pò più scuro verso l'alto, sfumando con toni più chiari verso l'orizzonte. Non preoccupatevi di essere precisi. Più è astratto, meglio è! In questa fase, provate a variare spesso dimensioni e opacità del pennello per avere più varietà di tratti. 
    Con un pennello a spugna, di un colore quasi tendente al bianco, tracciate le sagome di qualche abete sul ciglio del sentiero,
    definendone i contorni con un pennello più piccolo. Per meglio sottolineare il cielo, ho ancora
    aggiunto ulteriori pennellate con un pennello Watercolor Brush Strokes (vedi Fig. a dx) di una tonalità nettamente più scura e coprente di grigio, opacità 100%. 
    Infine, per impreziosire il paesaggio e renderlo più "cartolina style", ho scaricato qui un set di pennelli Fiocchi di neve o Snow Flakes (per installarli basta copiare il file .abr nella cartella Preset > Brushes di Photoshop) e ho dato qualche colpo quà e là, senza esagerare e abbassando l'opacità, sopra le pennellate più scure. 




    2. Per rendere ancora meglio l'atmosfera invernale, mi sono aiutato con un pò di neve. Su un nuovo livello denominato Snow, posto sopra tutti gli altri (compresi i livelli di lineart e coloring), ho realizzato della neve usando un set di pennelli trovati su DeviantArt (link qui). Lavorate con diverse dimensioni di pennello per dare un senso di profondità.


    3. Per finire, ho pensato di aggiungere un effetto "pellicola rovinata" tramite inserimento di texture (Fig. a sx, clic per ingrandire). Applicatela sopra tutti i livelli precedente. Con Ctrl+T, ridimensionatela e posizionatela a vostro piacimento sull'illustrazione, impostate metodo di fusione Moltiplica e abbassate l'opacità intorno al 50-60%. Per eliminare la dominante giallastra, applicate un livello di regolazione Bianco e nero che convertirà in automatico la texture in scala di grigi.
    Nel mio caso, ho spostato la texture in modo che la parte più bruciata laterale aderisse al bordo inferiore dell'immagine. opacità. L'effetto finale sarà più o meno questo:










    TESTI

    Per dare un senso alla scena, ho pensato di aggiungere una "bubble", una vignetta a Santa Claus e concludere il tutto con un sano, "originalissimo" messaggio di auguri. Che siano di buon auspicio, non si sa mai!
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    1. Create un primo livello di testo (icona T sulla barra degli strumenti) su cui andrete a scrivere il contenuto della vignetta: dal momento che ho pensato ad una situazione simpatica, quella in cui Gingy si vede rincorso, a sua insaputa, da Babbo Natale, per averlo privato di tutti i suoi doni di Natali, ho scritto "Torna qui! Non sono tutti tuoi i regaliiiii". Il font che ho usato si chiama al kisah (scaricabile gratuitamente) impostando i vari parametri come in Fig. a sx. (Il pannello dei caratteri lo trovate andando su Finestra > Carattere).

    2. A questo punto, ho voluto trasmettere un'idea di richiamo prolungato e urlato di Babbo
    Natale sfruttando uno dei preset di alterazione testo. Dopo aver fatto doppio clic sull'icona di livello testo, nella barra delle proprietà in alto troverete, accanto al selettore colore, l'icona di Crea testo alterato (icona T con una curva sotto). Dal menù a tendina, ho scelto lo stile Bandiera, settando così.



    3. Aggiungiamo, su un nuovo livello vuoto, un bubble per collegare il testo scritto al personaggio che lo pronuncia, Babbo Natale. In questo specifico caso, accenneremo soltanto, disegnando la base del bubble con la freccia. Per farlo, selezionate un pennello duro di 2-3 px nero e tracciate prima due linee curve di base, poi collegate quest'ultime con una freccia che arrivi più o meno all'altezza del viso di Santa Claus, a forma di fulmine per evidenziare il tono di voce alterato. Premendo Shift cliccando sul secondo punto, il tratto di pennello che verrà generato sarà perfettamente rettilineo (aiutatevi con questo per creare la freccia).


    4. Ultimo passaggio: il messaggio di auguri! Questa volta mi sono affidato ad un font maiuscolo, ma sempre stile handmade, l'IceCreamSandwich  con i valori, nel pannello Carattere, impostati come in Fig.
    Il colore del testo #810100 richiama le tonalità dell'abito di Babbo Natale e del berretto. Ho preferito spostare il testo leggermente a destra, come se gli auguri provenissero da Gingy :D (voi siete liberi di farlo centrato nell'immagine).



    RISULTATO FINALE


















    Mi scuso ancora per l'estremo ritardo. So che la maggior parte si sarebbe aspettata un post per San Valentino, ma..niente da fare, mi spiace :(.
    In ogni caso, vi esorto a rimanere collegati perchè ho tante belle cosine nella mia testa iperattiva che mi piacerebbe condividere con voi. Commentate e fatemi sapere se avete apprezzato questo post o anche solo per pormi quesiti o dubbi. 
    Non dimenticate di passare anche dal blog dell'ingambissima (si può dire?!boh..) Eli Rock'n Roll stops the traffic e...che dire...

    Be Creative. Be Crazy